Di mamma ce n’è una sola. Meglio…due!

I primi giorni di giugno (2010) è stato pubblicato, con grande risalto sulla stampa, uno studio longitudinale durato 25 anni sui figli di coppie omosessuali.

In questo studio,  pubblicato sulla rivista Pediatrics, la dott.ssa Nanette Gartrell ha seguito per 25 anni alcune lesbiche (in coppia o single)  con figli avuti tramite inseminazione artificiale. Delle 84 famiglie iniziali (si parla degli anni tra il 1986 e il 1992) ad oggi hanno concluso lo studio 77.

Si è trattato di interviste alle madri quando aspettavano il bambino e alle rispettive età di 2, 5, 10, 17 anni. Inoltre sono stati intervistati anche i figli adolescenti.

mamme lesbiche in attesa
Photocredit: Elena Landi

Brevemente (ma vi invito a leggere il testo per intero) gli adolescenti di questo studio sono ben adattati, dimostrano più competenze e meno problemi comportamentali dei loro pari. Gli adolescenti che sono stati allevati da famiglie lesbiche presentano un buon equilibrio psicologico, andando in senso opposto ai tanti pregiudizi che ritengono che una persona con orientamento sessuale non etero non possa essere adeguato come genitore.

Di stereotipi ne ho sentiti tanti sull’omogenitorialità. Tu ne conosci qualcuno?

Psicologa e Psicoterapeuta, mi occupo di psicologia delle identità sessuali. Fondatrice e Responsabile di Psicologiagay.com, sono consulente e formatrice per associazioni LGBITQ e aziende, pubbliche e private.